Mangiare pasta a cena fa male? La scienza sfata un mito

La pasta, croce e delizia di tanti italiani, è ancora al centro di un annoso dibattito: mangiarla a cena fa male? La scienza risponde così.

Siamo la patria della pastasciutta eppure solo il 35% degli italiani ha il “coraggio” di mangiare pasta a cena. Il motivo? Il timore di ingrassare e dormire male. In media consumiamo 28 kg di pasta pro capite ogni anno, ma soltanto una persona su tre cena per esempio con una bella carbonara (si avvicina il Carbonara Day) o ancor meno si concede uno spuntino di mezzanotte a base di spaghetti “ajo e ojo”.
Fino ad ora era comunemente ritenuto deleterio mangiare la pasta prima di coricarsi perché si credeva che le calorie ingerite fossero più difficili da eliminare (esiste anche la pasta Konjac, fa addirittura dimagrire) e che fosse più complicato prendere sonno (se avete problemi, ecco 10 trucchi infallibili per addormentarsi). Ci viene in soccorso uno studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet Public Health che smentisce in pieno le nostre credenze e anzi ribalta completamente la visione delle cose: a quanto pare, infatti, mangiare pasta a cena non soltanto non fa ingrassare (qui la dieta della pasta di sera), ma aiuta il nostro organismo a rilassarsi più facilmente.

Merito del triptofano, “l’amminoacido precursore della serotonina e della melatonina, che regolano umore e ritmo del sonno”, come spiega Luca Piretta, nutrizionista e membro del consiglio direttivo della Società italiana di Scienze dell’alimentazione. A farci distendere dopo aver mangiato un bel piatto di spaghetti o rigatoni intervengono anche le vitamine del gruppo B, “soprattutto la B1, fondamentale per il sistema nervoso centrale, che stimola la produzione di serotonina”.
Un consiglio dall’esperto: non esagerare con le quantità (80 gr. vanno più che bene), masticare lentamente e poi scolare la pasta ancora al dente perché sia più digeribile.
Da ora abbiamo tutti una scusa in più per toglierci uno sfizio a cena e mettere da parte, almeno ogni tanto, il petto di pollo ai ferri… Avete mai sentito parlare della “amatriciana shakerata”?

 

13 marzo2019